Total quality management: per banche e assicurazioni la strada è ancora lunga

Quality management in banche e assicurazioni: i risultati del Cetif

Stando ai risultati di una ricerca Cetif del 2015, non esistono ancora in tema di governo dei dati delle best practice condivise da banche e assicurazioni. Tra le ragioni c’è il fatto che nessuna linea guida esistente è specificatamente orientata all’applicazione nel contesto bancario o assicurativo.

In via generale dall’indagine emerge che le Istituzioni indagate hanno predisposto dei modelli di data governance, in cui sono stati individuati i principali ruoli all’interno del processo e le logiche e le modalità di funzionamento dello stesso.

Come raggiungere il total quality management

Insomma è stato fatto un primo passo. Tuttavia per raggiungere l’obiettivo sono necessari altri passaggi. Ad esempio l’elaborazione dei dati e la conseguente qualità non vanno presi in esame da una singola unità organizzativa, bensì essere considerati parte integrante del business.

I dati devono quindi essere trattati come risorse strategiche e, all’interno dell’organizzazione, ognuno dovrebbe ricoprire un ruolo e avere una determinata responsabilità nei confronti dei dati. Grazie alla ricerca è stato possibile schematizzare il framework di sistema di governo che le istituzioni indagate condividono.

Tale sistema è basato su due macro categorie: la data governance, che racchiude strategia e operatività; e la data quality management, che comprende invece data quality-tecnologica e data quality-business.