Perizie foniche dal detenuto che denuncia violenze in carcere

Tribunale di Parma: lividi e perizie foniche in aula

Rachid Assarag aveva già denunciato di aver subito violenze nel carcere di Parma (registrando di nascosto le conversazioni con gli agenti) e ora rivela nuovi maltrattamenti, che stavolta sarebbero avvenuti però nel penitenziario di Torino, in cui è stato trasferito da pochi mesi.

Assarag è comparso in tribunale a Parma nell’ambito di un altro procedimento, e ha chiesto di rilasciare dichiarazioni spontanee. Mentre raccontava i fatti ha mostrato ai magistrati i lividi ed escoriazioni presenti su diverse parti del corpo che, a detta del detenuto, sarebbero gli effetti  dei pestaggi subiti nelle ultime settimane.

Perizie foniche: detenuto denuncia violenze degli agenti della polizia penitenziaria

“Ho subito violenze verbali e minacce di morte” ha spiegato Assarag che non avendo trovato ascolto dai medici ha deciso di mostrare pubblicamente le conseguenze delle violenze praticate dalla polizia penitenziaria.

Opposta la versione del Sappe (il sindacato della penitenziaria) secondo cui sarebbe stato il detenuto ad aver aggredito senza motivo i due agenti, che sono poi stati accompagnati all’ospedale Maria Vittoria. Pare infatti che Assarag pretendesse di uscire di prigione.