Le fattispecie dell’assenteismo, i rischi per la produttività aziendale

 

L’assenteismo mina il clima aziendale, incide sulla produttività e costituisce un significativo capitolo di spesa per le imprese. Ma quali sono le fattispecie di assenteismo? Gli scenari sono molteplici, i più frequenti interessano gli episodi di malattia.

Può verificarsi il caso di malattia per mancata concessione di ferie. Di cosa si tratta? Il dipendente, in seguito a una richiesta di ferie accordata solo in misura parziale o rifiutata, si pone improvvisamente in malattia, così da fruire di un periodo di ferie non autorizzato.

L’azienda sospetta quindi che il dipendente stia tenendo un comportamento non compatibile con lo stato di salute dichiarato o che possa ritardare la pronta guarigione. Questa circostanza, se dimostrata, lede gli obblighi di fedeltà e correttezza che sono propri del rapporto di lavoro subordinato.

L’altra situazione inerente alla malattia è quella più ordinaria: il dipendente si assenta di frequente per dichiarata malattia, periodi nei quali si dedica ad altre attività. Oltre a violare i doveri di fedeltà e correttezza, potrebbero presentarsi gli estremi per un’ipotesi di reato ai danni dell’azienda.

Infortuni, congedi parentali e altre eventualità di condotta scorretta

Una ulteriore fattispecie ha per oggetto gli infortuni. Il dipendente comunica di aver subito un infortunio sul lavoro e fornisce il certificato medico con prognosi di un certo periodo, durante il quale mantiene una condotta inconciliabile con il dichiarato profilo di salute.

Ci sono inoltre lavoratori che fanno un uso scorretto dei permessi ex L. 104/92: il loro impiego sarebbe discordante rispetto alla natura assistenziale della legge. I permessi vengono richiesti con regolarità, all’interno di quello che appare come un utilizzo strategico. Qualcosa di analogo a quanto accade talvolta con i permessi sindacali.

Nell’ambito di una completa disamina dell’assenteismo non vanno trascurati i congedi parentali: nel corso delle assenze legate al congedo, il dipendente svolge lavoro autonomo. Se l’azienda ha elementi sufficienti per dimostrarlo, il rapporto di fiducia tra dipendente e impresa viene meno.

Il lavoratore dipendente potrebbe semplicemente dedicarsi ad altre attività lavorative o allontanarsi dal luogo di lavoro senza giustificato motivo. Nel novero delle condotte scorrette figurano infine: mancata timbratura del badge che rileva le presenze in azienda, violazione del patto di non concorrenza e differenze inventariali.

Per ricevere assistenza in ogni fattispecie dell’assenteismo, l’azienda può ricorrere ai servizi di Capta, società di Intelligence specializzata in dinamiche aziendali che applica l’innovativo sistema Whole Intelligence. Per sapere come contattarci, vai alla sezione contatti del sito.