Il problema dell’assenteismo in Atac, crescono congedi e permessi 104

Denunciato dipendente Enac: si dava malato e lavorava in nero come guida turistica
16 luglio 2019

Il problema dell’assenteismo in Atac, crescono congedi e permessi 104

Analizzate in termini percentuali, le assenze per malattia raccolte da Atac in merito al terzo trimestre del 2018 si sono attestate nell’ordine del 5%. È invece contrassegnata da un incremento la tendenza al ricorso ai congedi parentali e legge 104, che hanno un’incidenza globale di circa il 6%, sempre in relazione alle assenze del medesimo periodo.

A detta dell’Agenzia del trasporto autoferrotranviario del Comune di Roma, le rilevazioni sarebbero coerenti con quanto appurato nel medesimo periodo del 2017. Sarebbe infatti ravvisabile un’attinenza tra chiusure scolastiche e i livelli più alti di assenze che hanno per oggetto i congedi parentali e permessi ex legge 104.

Le assenze cumulativamente hanno raggiunto il 14,2%. Eppure, secondo la lettura di Atac, se dal dato viene scorporato l’aumento di 1,8 determinato dai congedi parentali e permessi ex legge 104, il tasso complessivo sarebbe stato il medesimo di quello del secondo trimestre 2018.

Con l’obiettivo di ridurre il tasso di assenza, l’impegno di Atac è di introdurre sistemi di welfare volti a sostenere le famiglie durante i mesi estivi e contrastare “eventuali utilizzi impropri degli istituti previsti dalla legge a tutela della famiglia e della salute”, ha dichiarato la municipalizzata.

A giudicare però i tassi ufficiali di assenza per malattia del primo trimestre 2019, non c’è stata ancora un’inversione di rotta. Se nel 2016 il tasso di forfait per malattia corrispondeva al 4,9%, nei primi tre mesi di quest’anno è balzato al 7,5%.

La percorrenza di bus e tram ha invece subito un taglio di circa 4 milioni di chilometri in due anni: nel 2016 sono stati percorsi 89,3 milioni di chilometri, ridotti a 84,9 nel 2018. Parallelamente c’è stato un aumento dei mezzi andati a fuoco, passati dai 36 del 2016 ai 44 del 2018.

Pochi i bus nuovi già attivi, al momento sarebbero 150, mentre per quello che riguarda i 227 comperati nell’estate dello scorso anno ci sono ritardi nella produzione. Atac ha dovuto controbilanciare con il noleggio di navette usate.

Gli strumenti per limitare i danni prodotti dall’assenteismo

Atac e imprese private accomunati nella lotta alle assenze. Il fenomeno dell’assenteismo non è confinabile alle grandi aziende pubbliche, incide per milioni di euro anche nel settore privato. Il ricorso a imprese specializzate nel contrasto di questi episodi è spesso una delle soluzioni più efficaci.

Capta è una delle società più note nel campo delle investigazioni aziendali e intelligence. Il merito è anche dell’innovativo sistema Whole Intelligence, lo strumento utilizzato per la tutela dell’imprenditore e del suo patrimonio aziendale.

Gli interventi sull’assenteismo rientrano nei servizi alle imprese, tra i quali figurano: concorrenza sleale, differenze inventariali, vulnerabilità informatica, anticontraffazione, antifrode assicurativa e molto altro.